Comiso

Descrizione

Le origini di Comiso risalgono all’età siculo-greca. E' comunemente accettata l'ipotesi secondo cui la città, allora Yhomisus Kasmenarum, sia stata fondata dagli abitanti di Casmene, distrutta nel 212 a.C. dal console romano Marcello, che volle punire con Siracusa, le città figlie. Il centro originario fu stabilito attorno alla fonte Diana, nel punto in cui, al centro dell'attuale Comiso, sorsero le Terme romane del secondo secolo d.C. Dell'età medievale permangono testimonianze dello stile gotico-catalano, rimaneggiato però e talvolta sopraffatto dai rifacimenti rinascimentali e settecenteschi. Tra i più importanti edifici sacri di Comiso sono la chiesa Madre, dedicata a Santa Maria delle Stelle, e quella dell'Annunziata. Il fertilissimo territorio di Comiso ha favorito da sempre lo sviluppo economico della cittadina, particolarmente oggi con la produzione ortofrutticola impiantata con mezzi tecnici moderni nella zona costiera. Di antica data è l'attività artigianale e relativa alla lavorazione della cosiddetta pietra di Comiso, una roccia di calcare miocenico a grana compatta e dall’intensa tonalità paglierina. La presenza abbondante di questo marmo ha favorito in ogni tempo il lavoro di artigiani e maestri scalpellini.