Giarratana

Descrizione

Giarratana

Giarratana si trova non lontano dal sito dell’antica Cerretanum, distrutta dal terremoto del 1693. Antichissime sono le vestigia di questa cittadina, nei pressi della quale sono i resti di alcuni villaggi preistorici, abitati dalle tribù sicule, sui quali effettuò degli scavi l'archeologo Paolo Orsi. Secondo alcuni studiosi, sono da identificare con questi luoghi i siti di Erbesso e Casmene. Degli antichi abitati si conservano tratti delle strutture murarie. Tuttavia, soltanto dal Medioevo in poi, e precisamente dall’età dei Normanni, si hanno notizie su Giarratana, le cui vicende storiche sono legate a molteplici eventi riguardanti l’intera storia della Sicilia. L'economia di Giarratana è stata sempre basata sull'agricoltura. Celebre è a produzione di un rinomato tipo di cipolla, cui è dedicata annualmente una frequentatissima sagra, detta appunto della cipolla. Nel centro della cittadina sorgono alcune chiese, fra cui quella dedicata a S. Antonio Abate, che si trova nella parte alta del paese; vi si conserva la statua della Madonna della Neve, patrona di Giarratana.