Modica

Descrizione

Modica

Di antiche origini, Modica fu abitata dai Siculi, poi dai Greci e quindi fu sottoposta ai Romani. E’ ricordata da Cicerone fra le città siciliane vittime delle vessazioni di Verre. Passata per i Bizantini e gli Arabi, vide il suo maggiore splendore nel lungo periodo a cavallo tra Medioevo ed età moderna, durante la sua costituzione in contea. Dalle mani degli Aragonesi, la contea di Modica passò per un secolo circa ai Chiaramonte e poi ai Cabrera. La ricchezza della contea e la potenza dei suoi signori furono tali che Modica poté competere con l'autorità reale e finì per costituire quasi un regno dentro il regno. La storia della città si è costruita nei secoli attorno all'economia di essa, piuttosto fiorente ancora oggi. Basti pensare all'agricoltura di tutto il Modicano e all'architettura rurale delle innumerevoli masserie e del reticolo variegato dei celebri muri a secco. Fra i monumenti principali, vanno menzionati la chiesa di S. Giorgio, opera, nelle forme attuali, di Rosario Gagliardi, che la progettò dopo la distruzione del terremoto del 1693; la chiesa è arricchita da una imponente scalinata di 250 gradini, che accentua l’effetto scenografico della bellissima facciata.