Scicli

Descrizione

Scicli

Ricca di storia, di arte e di tradizioni, la città risale ai Siculi, dai quali quasi certamente prende il nome, ma conserva testimonianze dell'età greca, di quella romana e delle successive. Del periodo medievale si tramanda il ricordo leggendario dello scontro fra Normanni e Saraceni, avvenuto nella zona di Milici nel 1091. Successivamente Scicli, sotto gli Aragonesi, fece parte della contea di Modica.Gli innumerevoli monumenti artistici di Scicli risalgono, in massima parte, al Settecento, quando la città fu ricostruita in seguito al terremoto del 1693. Il centro storico è caratterizzato da magnifiche chiese e splendidi palazzi in stile barocco. Risalente al Quattrocento, la chiesa di S. Bartolomeo, l'unica resistita al sisma del 1693; al suo interno conserva un prezioso presepe in legno che risale al Cinquecento ed è tra i più antichi della Sicilia. Un cenno particolare va fatto alla chiesa della Croce, nel cui oratorio si conservano pregevoli affreschi quattrocenteschi, tra i quali alcuni sono ex voto che illustrano miracoli di Santa Maria della Croce e riportano didascalie in siciliano antico, costituendo perciò un prezioso documento linguistico. Anche l’architettura civile è ricca di monumenti artistici, dei quali ricordiamo il Palazzo Beneventano, il Palazzo Fava e il Palazzo Spadaro.